Biohazard

    Nati a Brooklyn nel 1987, i Biohazard con il loro mix unico di hardcore, metal e groove/rap, i sono saliti in vetta all’ Olimpo della scena metal hardcore agli inizi degli anni ‘90. Il percorso sonoro iniziato con “Biohazard” (1990) trova il suo naturale proseguimento con “Urban Discipline” (1992) e “State of the World Address” (1994).Il solo “Urban Discipline” vende più di un milione di copie, e contiene Punishment che diventa la più grande hit della band, (e il video più trasmesso nella storia di Mtv Headbangers Ball) trasformando i quattro ragazzi di Brooklyn in vere e proprie superstar globali.Nel 1995 il chitarrista Bobby Hambel lascia la band, ma il gruppo continua a pubblicare album. I fan tuttavia chiedono con forza una reunion della formazione originale e riescono ad ottenerla.Nel 2008 infatti i membri fondatori della band Billy Graziadei, Danny Schuler, Bobby Hambel e Evan Seinfeld si riuniscono in una sala prove per la prima volta dopo molti anni, e i risultati sono più che positivi. Nel 2009 quindi i Biohazard tornano a suonare dal vivo con la loro formazione originale e  firmano un nuovo contratto con la Nuclear Blast, entrando in studio con Toby Wright (Slayer, Alice in Chains, Fear Factory, Soulfly) per lavorare sul nuovo album. Il risultato è “Reborn In Defiance” – il fulminante ritorno di questi veterani dell’hardccore, accolto con entusiasmo da vecchi e nuovi fan.

    Biohazard.jpeg