Mad Sin

    Rappresentanti del genere psychobilly (stile che prende ispirazione dal punk dei tardi anni 70 e il rockabilly americano degli anni 50, ma anche – recentemente – dal metal, country e garage rock), i tedeschi Mad Sin sono da considerare oramai una vera e propria band di culto, paragonabile solo a grandi nomi come The Meteors, Demented Are Go e Guana Batz. I loro spettacoli dal vivo sono energetici, esplosivi ed esilaranti. Si sono formati in Germania nel 1987, ispirati da un certo tipo di horror punk e dai film horror di serie B. Le caratteristiche principali che li differenziano sin da subito dagli altri gruppi appartenenti al genere, sono sicuramente il maggior accento posto sul lato teatrale e la totale assenza nei testi di riferimenti psycho-horror, così come il cocktail sonoro che mischia vari ingredienti, soprattutto blues e punk. Da allora, i Mad Sin hanno portato in giro costantemente il repertorio musicale, producendo alcuni ottimi dischi, tra cui “Chills &Thrills; In A Dram Of Mad Sin & Mistery” nel 1988, “Distorted Dimension” nel 1990, “Amphigory” nel 1991, “Break The Rules” nel 1992 e “A Ticket Into The Underworld” nel 1993. Ma il successo dei Mad Sin non è solo locale, la band, infatti, raccoglie consensi anche all’estero, specialmente in Olanda dove, insieme all’etichetta indipendente Count Orlock realizzerà nel 1996 “God Save The Sin”, album che gli porterà grande notorietà nel movimento psychobilly. Nel 1998, sulla scia di un successo sempre più crescente, i Mad Sin firmano con la major label Polydor con la quale incidono “Sweet And Innocent?…Loud And Dirty!”. Dopo alcuni anni dedicati alle carriere soliste, i membri dei Mad Sin si riuniscono nel 2002 per realizzare “Survivor Of The Sickest”, distribuito dall’etichetta tedesca People Like You Records. Successivamente a un tour mondiale, nel 2005 dopo circa un anno di lavoro, esce l’album “Dead Moon’s Calling”, disco che vede la partecipazione di guest come Lars Frederiksen (Rancid) e Patricia (Horror Pops). Nel 2010 esce, sempre per la People Like You l’undicesimo album intitolato “Burn And Rise”, che presenta uno psychobilly influenzato da diversi generi (country & surf). Nella line-up troviamo un nuovo musicista, il chitarrista californiano Matt Vüdü, il quale insieme a Koefte De Ville alla voce, Valle al basso e alle voci, Stein AKA “Dr. Solido” alla chitarra e Andy Laaf alla batteria, completa la formazione.

    Mad Sin.jpeg