Bellaria chiama, Bay Fest risponde… con l’inconfondibile e divertentissimo grido del Punk!  La sesta edizione del festival è pronta a trasportarvi in un vortice di energia, singalong e sano pogo per una tre-giorni che si prospetta indimenticabile!

I primi nomi ufficiali annunciati sono due pesi massimi del genere: ci penseranno BAD RELIGION e CIRCLE JERKS a infiammare il Ferragosto più punk d’Italia! Quindi… bando alle ciance e SEGNATEVI LE DATE: 15, 16, 17 agosto 2020 al Parco Pavese di Bellaria Igea Marina, Rimini.

Alla line up si aggiungono ANTI-FLAG, SATANIC SURFERS E STRUNG OUT… non avete più scuse per mancare!

++++++++++

I Bad Religion potrebbero essere definiti come la band punk/hardcore più coerente di tutti i tempi, una fiducia nella loro essenza artistica che li ha portati ad essere ancora tra i nomi caldi della scena anche nel 2020.

Per ricordarcelo e come consuetudine senza fronzoli i Bad Religion arriveranno  ad agosto in Italia festeggiando i 40 anni di “compleanno”!

Sarebbe facile per loro andare avanti con la nostalgia dei fan semplicemente ripetendo i loro più grandi successi sul circuito festival ogni estate. Invece il gruppo si mette in discussione e pubblica ancora materiale inedito e fresco, non solo l’ultimo disco “Age of Unreason”, 17° in studio, che rovescia veleno e ritmiche serrate sull’America di Trump e sui crescenti muri delle destre conservatrici. Ma anche una biografia in uscita nei prossimi mesi che ripercorrerà i 40 anni di una band unica capace di schierarsi sempre con l’obiettivo di far pensare gli ascoltatori grazie a canzoni come Generator, American Jesus e tante altre.

Ma non è finita qui, perché anche l’altra band protagonista del Bay Fest 2020 – i Circle Jerks – festeggerà 4 decadi dall’uscita del loro album “Group Sex”, una pietra miliare per tutto il movimento punk-hc di Los Angeles e della west coast. I Circle Jerks fanno infatti parte dei più innovativi gruppi alternativi nati a L.A. alla fine degli anni ’70, con i loro inni aspri e conditi di rabbia dalla voce del frontman, Keith Morris, e con quel “Group Sex” che, in poco più di quindici minuti li fece conoscere dai punk-heads di mezza america. Le voci della reunion si susseguivano da tempo ma è recentemente confermata la loro presenza in diversi festival durante l’estate del 2020. Compresa l’esibizione al Bay Fest di Rimini.

++++++++++

ANTI-FLAG
Per oltre due decenni gli Anti-Flag sono stati in prima linea nel punk rock socialmente consapevole, pubblicando instancabilmente musica, tournée, organizzando e introducendo generazioni di fan al progressismo attraverso canzoni di protesta infuocate, sparate in faccia a una nazione impaurita e divisa. La loro musica spazia dal punk hardcore al punk rock della California e dei Green Day fino allo ska: un ribollente minestrone di ribellione. Gli Anti-Flag riescono a sintetizzare il suono punk nella sua interezza in maniera perfetta e originale: sarà per la grandissima passione di ogni singolo componente o forse perché hanno semplicemente fatto la storia del genere. Dopo tutto ciò, la band non smette comunque di andare all’attacco: infatti, dopo il penultimo album “American Fall”, continua la sua militanza contro l’amministrazione Trump, tanto da schiaffarlo sulla copertina del nuovo album “20/20 vision”. Stando alle parole di Justin Sane, frontman della band: “L’album è esplicitamente immerso in questo tempo e questo luogo. È un disco che cerca di tracciare una linea nella sabbia contro la propaganda d’odio dell’amministrazione Trump, e di tutti i leader politici che promuovono valori razzisti e bigotti per creare un clima di paura e tensione per mantenere il potere. Non lasciate che quei bastardi vi tirino giu.”

++++++++++

SATANIC SURFERS
Dopo la reunion, il ritorno di Rodrigo alla storica postazione di batterista e voce e le ultime due date italiane in supporto ai Lagwagon, la febbre da “Satanic” è salita alle stelle! La band, insieme a Millencolin, Refused e No Fun At All ha fatto la storia del punk rock scandinavo, conquistando una gremita schiera di fan anche oltreoceano. L’attesa per l’ultimo disco è stata ampiamente ripagata visto che questo mantiene invariata la coerenza e l’attitudine pura e senza compromessi che da sempre ha caratterizzato la band, proiettando il loro sound in un delirio di aggressività, grinta e passione. “Back From Hell” (aprile 2018) mantiene intatta l’urgenza espressiva della band che, a livello di scrittura, si mette in gioco senza riserve e senza compromessi; allo stesso modo in cui si mette gioco durante gli spettacoli dal vivo, dove, gettando sul palco anima e corpo, riesce a firmare ogni volta degli show memorabili.

++++++++++

STRUNG OUT
Gli Strung Out sono una band hardcore punk di Simi Valley, in California, formatasi nel 1989. Sono conosciuti principalmente per il loro stile musicale che fonde tra loro elementi punk rock e heavy metal, dando vita a un sound riconoscibile e originale. Il 2020 vedrà l’uscita di un nuovo disco in studio a distanza di pochissimo tempo dall’ultimo  album “Songs Of Armor And Devotion”, che celebra la loro rilevanza ultadecennale nella scena underground americana, un disco che è un omaggio musicale al mondo metal-thrash di cui gli Strong Out sono da sempre appassionati ed estimatori.

Nelle prossime settimane verrà resa nota la line up completa di questa tre-giorni di hardcore, punk e alternative che sta diventando un punto di riferimento costante per la stagione degli open-air festival italiani.

Regular Pass disponibili salvo esaurimento su Mailticket.it e Vivaticket.it

––––––––––
BAY FEST 2020
15, 16, 17 AGOSTO 2020 | BELLARIA IGEA MARINA | RIMINI

––––––––––
SITO UFFICIALE
EVENTO FACEBOOK UFFICIALE