Billy Talent

Billy Talent

Il Canada, e più precisamente Mississauga nello stato dell’Ontario, ha dato i natali a una delle band rock più attive e importanti nel panorama mondiale. Sono passati quasi 20 anni dalla nascita dei Billy Talent: è il 1993 infatti quando quattro amici decidono di formare una band, a seguito di un fortuito incontro in occasione di un Talent Show, organizzato alla Our Lady of Mount Carmel Secondary School. Benjamin Kowalewicz e Jonathan Gallant, allora militanti in una band chiamata To Each His Own incontrano così Ian D’Sa, e decidono di unire le forze per un progetto comune che prenderà inizialmente il nome di Pezz. Le prime canzoni della band finiscono su un’economica demo composta da quattro brani registrati nel seminterrato di Ian, il cui titolo prende ispirazione dal nome dell’amico Jason Deluca, che nel luiglio del 1994 durante le registrazioni interruppe la band bussando alla finestra della cantina. E’ così che nasce “Demoluca”, apripista della carriera del gruppo, che soltanto pochi mesi dopo, nel gennaio 1995, spende tutti i soldi guadagnati per registrare una nuova demo, “Dudebox”, insieme al produttore Dave Tedesco. Mentre la loro fama iniziava a espandersi a Mississauga, Ian studiò animazione allo Sheridan College, guadagnando i primi stipendi all’Angela Anaconda in veste di animatore; Jonathan tentò, senza finirli, gli studi in economia e commercio; Ben passò attraverso diverse occupazioni tra cui una alla stazione radio locale 102.1 The Erge e Aaron lavorò come impiegato alla Chrysler Canada. Tutto questo era finalizzato esclusivamente a trovare i soldi per finanziare il primo vero full lenght della band, composto da 12 canzoni registrate in uno studio chiamato Great Big Music insieme al produttore Brad Nelson, che verrà rilasciato indipendentemente nel 1999 col titolo “Watoosh!”. Dopo alcuni problemi legali legati al nome Pezz, i ragazzi decisero a fine secolo di cambiarlo nell’attuale Billy Talent, prendendo in prestito il nome di un personaggio del romanzo “Hard Core Logo” di Michael Turner. E’ con questo nome che, nel 2003, rilasciano il primo album vero e proprio. Grazie a un EP, “Try Honesty EP”, la band, con l’aiuto del produttore Gavin Brown, riuscì infatti a raggiungere le orecchie degli A&R; della Atlantic Record e della Warner Music Canada, con i quali firmò per l’uscita dell’album “Billy Talent”. Il successo fu lampante: 3 volte disco di platino in Canada, “Billy Talent” raggiunse la nomination per il Best Rock Album e Best Rock Band ai Juno Awards, e consentì al gruppo di suonare diversi show sold out in Canada, Stati Uniti ed Europa, consacrandone così il trionfo planetario, con una virata verso le sonorità punk-rock che resteranno ben presenti fino al giorno d’oggi. Il nuovo album, “Billy Talent II”, registrato per la maggior parte a Vancouver sempre sotto la guida di Gavin Brown, da la possibilità a Ian di sedersi dietro il mixer in un primo tentativo di produzione. Il risultato è descritto nel successo di questo nuovo disco: tre dischi di platino in Canada, debutto al numero 1 in Germania e uno show sold out all’Air Canada Center di Toronto di fronte a oltre 20’000 persone. Portavoce di una crescita sia a livello personale che collettivo, l’album ha un contenuto meno aggressivo e un linguaggio dai toni più pacati rispetto al precedente, i testi trattano infatti argomenti di vita reale che i 4 ragazzi canadesi si trovano a fronteggiare quotidianamente. Anche sotto l’aspetto live i Billy Talent hanno modo di dire la loro: dopo un lungo tour nel Regno Unito, e successivamente in Canada, Australia ed Europa, condividono il palco insieme a gruppi del calibro di Rise Against e Anti-Flag. Dagli show al London’s Brixton Academy, al Philipshalle di Düsseldorf e dal festival Rock Am Ring in Germania, viene tratto il primo DVD della band, pubblicato in un cofanetto contenente due dischi e intitolato “666″. Da qui in poi per il gruppo è un continuo susseguirsi di soddisfazioni, passando per i palchi dei festival più famosi al mondo, come il Download Festival (UK), il Melbourne Soundwave Show (AUS) e il Reading & Leeds festival (UK). Alla fine del tour decidono di entrare nuovamente in studio, questa volta con Brendan O’ Brien, che aveva precedentemente lavorato anche con Rage Against The Machine, Incubus, Stone Temple Pilots, Soundgarden, Pearl Jam e Red Hot Chili Peppers. Da questa esperienza nacque così l’ultimo disco, “Billy Talent III”, rilasciato nel luglio 2009 e dal quale sono stati estratti quasi subito tre singoli di successo come “Turn Your Back”, “Rusted From The Rain” e “Devil On My Shoulder”. Più recente invece è la pubblicazione dei videoclip di “Saint Veronika” e “Diamond on a Landmine”, che vedono la direzione del regista Michael Maxxis.